Skip to content

PADUTCHCAMPSITE.INFO

Ricevi Le Ultime Novità

I DIECI COMANDAMENTI FILM DA SCARICA


    Legge, muore, ormai vecchio, vedendo soltanto da lontano la Terra Promessa. per vedere o scaricare in HD il film I dieci comandamenti – Streaming. Guarda I dieci comandamenti streaming in Italiano completamente gratis. Il video é disponibile anche in download in qualità Full HD. I Dieci Comandamenti () streaming ITA e Download, compratibile Film e Serie Tv in alta definizione by padutchcampsite.info. Scarica in HD Guidati da Mosè, da Aronne e da Giosuè, gli ebrei si dirigono verso la riva del Mar Rosso. I DIECI COMANDAMENTI Il film non si vede:vorrei una spiegazione. Mi piace. Espandi awww era da molto tempo che non lo vedevo questo film Mi piace. Photo collages camera da per android. Animali realistici skyrim. I 10 comandamenti film torrent. Anno scarica gratis il torrent. Il film anastasia

    Nome: i dieci comandamenti film da
    Formato:Fichier D’archive (Film)
    Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file:29.60 Megabytes

    Film Storico min. Regia di Cecil B. De Mille. Genere Storico - USA , , durata minuti. Il film ha ottenuto 7 candidature e vinto un premio ai Premi Oscar ,. Cecil Blount De Mille è un regista che ha firmato opere di grandissima popolarità che, paradossalmente, non sono le sue migliori.

    Tutti ricordano i suoi "colossi" come Sansone e Dalila , ma personalmente ritengo che De Mille abbia dato il meglio nei western, dove aveva una sua misura particolare e grande riconoscibilità. Basta ricordare La conquista del West , un western del '36 già perfettamente adulto, tre anni prima di Ombre rosse , e poi La via dei giganti , Giubbe rosse e Gli invincibili , quasi tutti con Gary Cooper.

    Nelle ultime ore si è molto parlato anche un possibile approdo al Festival di Sanremo di Roberto Benigni : per il momento si tratta solo di rumors, e c'è da scommettere che viste le due serate già fatte su Rai1, difficilmente rivederemo Benigni al Festival nei primi mesi del , anche perchè come ha annunciato lui stesso in una recente intervista sta preparando il nuovo film, che dovrebbe uscire nelle sale cinematografiche nel Serie TV.

    Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere. Segui la nostra pagina Facebook!

    Stasera in tv: "I dieci comandamenti" su Rete 4

    Leggi tutto. Di tendenza oggi. Home Film. Serie TV. Serie TV Homepage. TV Homepage. Star Homepage. Streaming Homepage. Trova Cinema. Vai a tutti i Film al cinema Ora al cinema. News Film Tutte le novità del cinema. Safe House: Daniel Espinosa, Denzel Washigton, il waterboarding fatto sul serio e le liti con la produzione.

    Anteprima Watchmen: Scopriamo la nuova serie tv di Damon Lindelof basata sul celebre fumetto. Chi l'ha visto? Mosè parla al faraone come ambasciatore del regno di Dio: Nefertari lo riconosce immediatamente e freme per riabbracciarlo. Le parole di Mosè sono categoriche:. Ma Ramesse rifiuta. Per dimostrare la sua fermezza, Mosè ordina ad Aronne di gettare ai piedi del faraone il suo bastone che istantaneamente si trasforma in un cobra.

    Nefertari e suo figlio si allontanano terrorizzati: il solo Ramesse non sembra spaventato. Jannes, su ordine di Ramesse, fa lanciare a terra due bastoni, compiendo lo stesso prodigio. Ma, tra lo stupore generale, il cobra di Mosè divora quelli di Jannes. Ramesse, per nulla scosso, non solo rifiuta la richiesta di liberare il popolo ebreo, per quanto ordina che gli schiavi da quel giorno in poi fabbrichino i mattoni senza paglia, cosa impossibile senza un prodigio:.

    Mosè è costretto ad allontanarsi, tra le risate degli ambasciatori e sotto lo sguardo sempre innamorato di Nefertari. Gli ebrei di Gessen esultano vedendo tornare Mosè e lo acclamano come loro Liberatore. Chiedono quando usciranno dall'Egitto, ma Aronne rivela loro la triste verità: non saranno liberi, ma anzi dovranno lavorare ancora di più.

    Mosè è affranto e Dathan, che ha assistito alla scena, aizza il popolo contro il profeta, chiedendo la sua lapidazione.

    Il messaggero di Dio non ha paura, chiede solo che la sua gente conservi la fede. A salvarlo, inaspettatamente, arrivano le guardie del faraone che lo conducono alla nave di Nefertari, la quale lo ama ancora e non crede al suo cambiamento. Nefertari resta sbalordita nel sentire il nome della giovane pastorella e cerca di farlo tornare con lei, dicendo che una pastorella puzzerà come un montone, non sarà cosparsa di oli e creme profumate e avrà le labbra arse dal sole.

    I dieci comandamenti [2]

    Ma Mosè la interrompe, dicendo che Sefora ha la bellezza dell'animo, una bellezza che Nefertari non riesce a comprendere. Nefertari propone un patto al profeta: se lui tornerà con lei allora lei convincerà Ramesse a liberare gli ebrei. Sembra che Mosè stia per cedere, ma il suo spirito è forte e lui si allontana. Le donne israelite cominciano a riempire le giare d'acqua: Miriam ha sentito dire dal fratello che presto l'acqua finirà. Giosuè, tornato a Gessen con Mosè, incontra dopo tanto tempo Lilia, diventata concubina di Dathan solo per salvarlo.

    Giosuè giura che la libererà, ma Lilia crede che nemmeno Mosè riuscirà a salvarla dalla schiavitù che la opprime, una schiavitù più dell'anima che del corpo. Intanto Ramesse e i suoi sacerdoti stanno celebrando un rituale in onore del dio Nilo quando sopraggiungono Mosè e Aronne. Questa volta il prodigio sarà superiore a quello dei serpenti: il Nilo si tingerà di sangue se Ramesse non obbedirà al volere divino.

    Il sovrano, per nulla scosso, rifiuta nuovamente: Mosè allora ordina ad Aronne di stendere il bastone sulle acque del Nilo che si tingono di sangue. Mosè quindi annuncia a Ramesse:- Affinché tu conosca la potenza del Signore per sette giorni l'Egitto non avrà acqua Ma Ramesse impassibile gli risponde:- Anche se durasse sette volte sette giorni; non saranno i tuoi giochi di magia a liberare il tuo popolo E mentre recita un inno al dio e alza l'anfora e versa il suo contenuto nell'acqua tinta di sangue, l'acqua all'interno dell'anfora si colora di sangue, dimostrando quindi la potenza di dio.

    Jannes implora il faraone di ascoltare le parole di Mosè e invita il profeta al suo palazzo. Ramesse confessa che queste piaghe l'hanno spaventato in un primo momento, ma alla fine ha capito che erano solo opera della natura e non di Dio.

    In relazione: CANZONE POD SCARICARE

    Mosè allora minaccia di punire l'Egitto con due piaghe ancora maggiori: una grandinata infuocata e l'oscurità per tre giorni di seguito. Ramesse lo caccia dal suo palazzo, non crede alle sue parole ma, mentre ancora esse echeggiano nella sua mente, dal cielo comincia a piovere grandine infuocata.

    Dopo i tre giorni di oscurità i ministri del faraone si radunano attorno al loro signore, chiedendo la liberazione degli ebrei. Ramesse sembra cedere con lo scriba che ha già scritto il mandato che consente agli ebrei di lasciare l'Egitto: ma Nefertari, assetata di vendetta, si avvicina furtiva al marito e lo incita a resistere, per non dimostrarsi debole di fronte agli altri re.

    Mosè viene convocato a palazzo, dove il faraone, dando ascolto alla moglie, calpesta il documento di fronte agli occhi del profeta e dei ministri disperati.

    A tale vista, Mosè minaccia di punire l'Egitto con un'ultima orribile piaga, talmente orribile da costringere il faraone a mandarli via. Ramesse va su tutte le furie e ordina al profeta di non tornare più da lui. Mosè si allontana. Il faraone ordina alle guardie di palazzo di radunare l'esercito: quella notte tutti i primogeniti ebrei verranno uccisi, a cominciare dal figlio di Mosè.

    Nefertari non voleva si arrivasse a tanto: decide allora di recarsi a Gessen per chiedere a Sefora di fuggire a Madian insieme al figlio, salvandolo dalla morte.

    Mosè, ignaro di tutto, torna a casa, ma trova solo Nefertari ad aspettarlo: gli spiega l'accaduto, la fuga di Sefora e l'ordine di Ramesse. Mosè è come illuminato: l'ordine del faraone si ritorcerà contro di lui in quanto non saranno i primogeniti ebrei a morire, ma quelli egiziani.

    Nefertari impallidisce al pensiero che suo figlio morirà e prega Mosè di salvarlo, come lei ha salvato il suo. La regina va via, convinta che Mosè non ucciderà suo figlio perché l'ama ancora. Non appena Nefertari esce, Mosè scoppia in un attacco di ira e chiede a Dio il perché di tutto questo.

    Si salveranno solo i primogeniti le cui case saranno contrassegnate con il sangue di un agnello sull'architrave. Giosuè corre verso la casa di Dathan, dove è rinchiusa Lilia e, senza che nessuno se ne accorga, segna la porta col sangue dell'agnello per salvaguardarla dalla morte. La luce lunare viene ottenebrata da un misterioso fumo verde che forma nel cielo la figura di una mano scheletrica. All'interno delle proprie case gli ebrei celebrano la Pasqua, la festa della liberazione, mangiano pane non lievitato ed erbe amare, mentre tutt'intorno si odono le grida delle madri egiziane e dei loro figli.

    Bithia chiede e ottiene da Mosè di poter entrare per stare insieme a loro. Dal palazzo reale, Ramesse e i suoi soldati osservano il morbo che si propaga: un fumo verdastro invade le strade egiziane.

    Lo vedono salire lentamente i gradini del palazzo e avvolgerli, mentre i soldati si stringono spaventati. Ramesse ordina al figlio primogenito di Pentauro di richiamare le truppe per cominciare lo sterminio dei primogeniti ebrei ma il morbo li avvolge e il ragazzo cade a terra morto. Ramesse comprende che la vita di suo figlio è seriamente in pericolo e corre verso di lui: il piccolo è nel letto moribondo insieme alla madre e a uno sbigottito medico.

    Ordina alla sua guardia personale di chiamare subito Mosè: gli ebrei saranno liberi purché suo figlio rimanga in vita. Proprio mentre il profeta esce dal palazzo, Nefertari entra nella sala del trono con il corpo esanime del piccolo.

    Ramesse è pietrificato, prende in braccio il figlio morto e lo pone sulla statua del dio Sokar, chiedendone il ritorno in vita. Le strade egiziane si riempiono di ebrei, ora liberi e non più schiavi.

    Portano con sé i propri animali, le proprie cose, le proprie famiglie, fiduciosi del futuro, sicuri che Dio presto troverà una terra soltanto per loro.

    Le guardie del faraone vedendo come anche l'architrave della casa di Dathan sia stata contrassegnata con il sangue lo costringono ad andare via con gli ebrei.

    Giosuè dà un ordine e una direzione a ognuno, Aronne insieme ai sacerdoti conduce in processione il feretro di Giuseppe per riportarlo nella sua terra natia e Mosè, commosso, osserva il suo popolo finalmente libero.

    I dieci comandamenti streaming HD - Guarda Gratis in CB01 | CineBlog01

    Intanto Ramesse continua a pregare invano le divinità egizie. Nefertari lo riporta alla realtà: suo figlio è morto e adesso coloro che sono stati causa della sua morte, Mosè e la sua gente, esultano trionfanti perché si sono fatte beffe del sovrano d'Egitto. Ramesse va su tutte le furie e ordina all'esercito di prepararsi. Inseguirà gli ebrei e li sterminerà uno ad uno: lui stesso schiaccerà Mosè sotto le ruote del suo carro.

    Nefertari prende la sua spada e chiede che il profeta venga ucciso con quella lama: Ramesse accetta ma promette alla moglie che, appena sarà tornato, con quella stessa spada ucciderà anche lei. Suonano le trombe dell'esercito egiziano e l'intera cavalleria del faraone si raduna di fronte alle porte della capitale con in testa il cocchio di Ramesse. Morte agli schiavi!

    Dall'alto del palazzo reale, Nefertari osserva il marito che si allontana con l'esercito. Olive Deering, Edward G. Robinson e Charlton Heston Giosuè e Caleb vedono arrivare i carri guidati dal faraone e capiscono di essere in trappola: da un lato l'esercito, dall'altro il mare.

    Suonano l'allarme e tutti gli ebrei si radunano sulla riva del mare: Dathan, sempre desideroso di tornare in Egitto, ne approfitta per incitare il popolo a consegnare Mosè al faraone. Ma quando l'esercito egiziano sta per avvicinarsi agli ebrei, un'enorme muro di fuoco sbarra loro il passaggio. Ramesse crede sia solo un trucco, ma Pentauro lo ferma perché ha compreso che quel fuoco è opera del Dio degli ebrei.

    Mosè allarga le braccia: per volontà divina le nuvole si addensano in mezzo alle acque e dividono il mare in due muraglie, consentendo il passaggio all'altra riva del mar Rosso. Il popolo è spaventato ma, guidato da Giosuè, passa fra le acque, raggiungendo l'altra riva. St La porta aperta , ritratto di Ezio Bosso. I dieci comandamenti. St La cura. Mr s s comandamenti scaricare youtube.